Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook
"Economia della saggezza" di Francesco Siciliano
Per l'autore tra le cause della crisi attuale c'è debolezza della politica, prona alle pretese dell'economia globalizzata, spregiudicata e priva di etica

Francesco Siciliano, autore del saggio “Economia della saggezza (elementi di dosaggio)”, edito da Il Filo (euro 12.50),  con questo suo mini trattato si fa sostenitore della necessità di ricondurre l’economia a confrontarsi nuovamente con l’etica: e pertanto si inserisce in un filone di pensiero che va finalmente emergendo ed acquistando sempre maggior consistenza e consenso sia tra gli intellettuali, gli studiosi e gli osservatori di politica ed economia, sia nel pubblico più avveduto.
Il tema trattato, di rilevanza decisiva per i destini dell’umanità, è, infatti, uno dei nodi fondamentali del pensiero filosofico postmoderno, acquistando un’accezione nuova anche rispetto alla critica del capitalismo di scuola marxista classica.
E’ dunque appena il caso di rilevare che il saggio in questione riguarda una problematica di scottante attualità, dal momento che si è nel pieno di una crisi economica globale ed epocale imputabile proprio alla spregiudicatezza con la quale l’economia globalizzata, perseguendo esclusivamente obiettivi di massimo profitto immediato, ha fatto valere la sua pretesa di poter procedere svincolata dal controllo e dalla verifica di ogni altra considerazione e valutazione di congruenza riconducibile alle altre sfere della coscienza e dell’agire umano.
In ciò favorita anche dalla crisi della “politica”, che ha ceduto il suo dominio alla tecnocrazia, accordandosi alle scelte che questa ha imposto come risultati incontrovertibili di una presunta “scienza esatta”, unica detentrice delle regole oggettive da applicare ai rapporti tra uomini e popoli, unica guida all’impiego di risorse e all’intrapresa di iniziative volte allo sviluppo ad una scala macroscopica quale mai prima si era vista nella storia. E i risultati del dominio dell’economia, come tutti possono costatare, sono tutt’altro che positivi:
prima si sono dilapitate risorse senza alcuna responsabile parsimonia (anche nei confronti delle future generazioni), si sono concentrate ricchezze enormi nelle mani di pochi, si sono ulteriormente impoveriti popoli ai quali è stata strappata autonomia, identità, opportunità di sviluppo, democrazia; poi si è arrivati alla finanziarizzazione dell’economia degli stessi paesi sviluppati, slegandola dalla produttività reale, creando bolle speculative il cui scoppio ha coinvolto in maniera drammatica ceti operai e medi che sembravano al riparo del welfare-state.

Partendo da queste vicende Francesco Siciliano passa in rassegna una serie di principi apparentemente indiscutibili sui quali si è fondata l’economia moderna, rilevando come, in realtà, si tratti  di “miti” da sfatare o, quantomeno, da ripensare profondamente: il mito della crescita progressiva illimitata, senza alcun conto dei limiti oggettivi delle risorse e della sostenibilità ambientale; il mito del “libero mercato” nel quale il perseguimento dell’interesse personale da parte di ciascuno, senza alcun vincolo di solidarietà collettiva, guiderebbe automaticamente  gli uomini al raggiungimento del “bene comune” su scala universale. Invece povertà crescente, conflitti tra i popoli, esaurimento di risorse ed opportunità, fanno apparire oggi questi miti ormai più simili a idee folli ed irresponsabili, di menti ignare del senso del limite ed insensibili rispetto all’”etica”.
L'autore indaga allora il senso profondo e pregnante  del concetto di saggezza, elevandolo a criterio-guida da impiegare, da oggi in poi, nelle scelte  fondamentali che attendono umanità e capi di governo, nei rapporti i popoli e nella riorganizzazione degli obiettivi socio-economici. Solo un atteggiamento “saggio” potrà evitare l’acuirsi ulteriore dei conflitti del mondo, laddove ogni popolo è alla ricerca di un proprio spazio vitale. E solo scelte improntate ad un saggio rispetto della natura potranno evitare la catastrofe. Saggezza intesa non soltanto come pacato buon senso da “real-politik”, ma come elevata virtù etica di matrice aristotelica.

Alfredo di Patria
Mario Tudisco

01/07/2009
 
 
 
   LIBRI
- 'LA MENZOGNA DEL CINEMA' DI TORNATORE  
- "L'UMILTÀ DEL MALE" DI FRANCO CASSANO  
- "MODERATISMO E RIVOLUZIONE" DI ANDREA MICOCCI  
- "LA LETTERATURA NAZISTA IN AMERICA" DI ROBERTO BOLANO  
- 'SENZA TACCHI' DI FRANCESCA LANCINI  
- 'TENGO FAMIGLIA- L’ITALIA DEI PARENTI' DI CARLO PUCA  
- "MISSION TO MARX" DI LUCA BOTTURA  
- 'IL MESTIERE DELL'ATTORE' DI NINNI BRUSCHETTA  
- "LA STORIA DELLA BRUTTEZZA" DI UMBERTO ECO  
- 'ECCIDI NAZISTI' DI GIOVANNI BORRELLI  
- "L'ECONOMIA GIUSTA" DI EDMONDO BERSELLI  
- "MOLTI MATRIMONI" DI SHERWOOD ANDERSON  
- 'LE VALCHIRIE' DI PAOLO COELHO  
- "IN VIAGGIO CON ERODOTO" DI RYSZARD KAPUSCINSKI  
- UN'ESTATE DI LIBRI: 'GESÙ, IL BUDDHA E LA LEGGE DELLA VITA' DI LAURA JOUAKIM  
- UN'ESTATE DI LIBRI: 'PIOGGIA DI GIUGNO' DI JABBOUR DOUAIHY  
- UN'ESTATE DI LIBRI: 'TARICONE. LA VITA CHE DESIDERI'  
- UN'ESTATE DI LIBRI: 'ACQUA IN BOCCA' DI CAMILLERI E LUCARELLI  
- 'LE MALE VITE' DI ALESSANDRO LEOGRANDE  
- 'RITORNO NEI PRATI DI AVIGLIANO' DI FILOMENA BARATTO  
- ‘BERTOLDO, UN VICHINGO A ROMA’ DI ILENIA MALAGUTI  
- 'TERRONI' DI PINO APRILE  
- 'GOODBYE PRODI' DI ALICE OXMAN  
- "EROI DI CARTA" DI ALESSANDRO DAL LAGO  
- 'GUERRIERO DELLA LUCE. VITA DI PAULO COELHO' DI MORAIS  
- 'IL GIOVANE STALIN' DI SIMON MONTEFIORE  
- 'IL RE DEL'ULTIMA SPIAGGIA' DI ALESSANDRO FABBRI  
- 'IL PARTO IN CASA - ISTRUZIONI PER L’USO' DI ELISABETTA MALVAGNA  
- "IL PALAZZO DELLA MEZZANOTTE" DI CARLOS RUIZ ZAFON  
- "IL ROMANZO E LA REALTÀ" DI ANGELO GUGLIELMI  
- 'IL GRANDE BISOGNO' DI ROSE GEORGE  
- 'QUESTO È IL PAESE CHE NON AMO' DI ANTONIO PASCALE  
- 'EUDEAMON' DI ERIKA MOAK  
- 'I FRATELLI MINORI' DI ENRICO PALANDRI  
- 'IL CASO DELL'INFEDELE KLARA' DI MICHAL VIEWEGH  
- 'SE NIENTE IMPORTA' DI SAFRAN FOER  
- 'FRAMMENTI D'INSIEME'DI ANNA DI NARDO  
- 'IL RICATTO' DI JOHN GRISHAM  
- 'CACCIA AL PERSONAGGIO' DI GRAHAM GREEN  
- 'IL CECCHINO E LA BAMBINA' DI FRANCO DI MARE  
- "SCIENZA E SENTIMENTO" DI ANTONIO PASCALE  
- 'LA VALLE DEL KAMASUTRA' DI TONINO GUERRA, A MARZO IN LIBRERIA  
- "L'ALTRO" DI RYSZARD KAPUSCINSKI  
- "CARILLON" DI DONATO CUTOLO  
- "A CIASCUNO IL SUO" DI LEONARDO SCIASCIA  
- "EMMAUS" DI ALESSANDRO BARICCO  
- "ENAKAPATA" DI VINCENZO E LUCA MORETTI  
- "ENAKAPATA", DI VINCENZO E LUCA MORETTI  
- "IL RESTO DI NIENTE" DI ENZO STRIANO  
- "DOMANI NELLA BATTAGLIA PENSA A ME" DI JAVIER MARIAS  
- "UN ANGELO IN PUNTA DI PIEDI" DI ELEONORA ABBAGNATO  
- "EFFETTI COLLATERALI" DI WOODY ALLEN  
- "LA CITTÀ DELLA GIOIA" DI DOMINIQUE LAPIERRE  
- "NOVECENTO" DI ALESSANDRO BARICCO  
- "TU, MIO" DI ERRI DE LUCA  
- “VERGOGNA” DI J.M. COETZEE  
- "ECONOMIA DELLA SAGGEZZA" DI FRANCESCO SICILIANO  
- "GUIDA ALLE MESSE" DI CAMILLO LANGONE  
- "SOTTO IL CULO DELLA RANA" DI TIBOR FISCHER  
- “LA SPARTIZIONE” DI PIERO CHIARA  
- “DINO CAMPANA. TENSIONI ESISTENZIALI E CONQUISTE D’ARTE” DI FRANCESCO MENSORIO  
- "TRISTE, SOLITARIO Y FINAL" DI OSVALDO SORIANO  
- IL LUNGO, IL CORTO E IL COMUNISTA GENTILE…  
- “LA CURVA DEL LATTE” DI NICO ORENGO  
- GALASSIA GUTENBERG FIERA DEI SUOI VENT’ANNI  
- “NOVE RACCONTI” DI J. D. SALINGER  
- “FALCONER” DI JOHN CHEEVER  
- “DEI MIEI SOSPIRI ESTREMI” DI LUIS BUNUEL  
- E’ IN LIBRERIA “SCHERZI DEL DESTINO”, OPERA PRIMA DEL GIORNALISTA GIUSEPPE MALLOZZI.  
- “THE METAPHYSICS OF CAPITALISM”, MARX ALLA RISCOSSA  
- “SPIDER” DI PATRICK MCGRATH  
- “TOKYO DECADENCE” DI RYU MURAKAMI  
- “LA TRILOGIA DI NEW YORK” DI PAUL AUSTER  
- “L’OCCHIO” DI VLADIMIR NABOKOV  
- “UNA COSA DIVERTENTE CHE NON FARÒ MAI PIÙ!” DI DAVID FOSTER WALLACE  
- LA VITA AGRA DI LUCIANO BIANCIARDI  
- “IL RESTO DI NIENTE” DI ENZO STRIANO  
- “IL CINEMA SECONDO HITCHCOCK” DI FRANCOIS TRUFFAUT  
- “LA POSSIBILITÀ DI UN’ISOLA” DI MICHEL HOUELLEBECQ  
- “SABATO” DI IAN MCEWAN  
 


 
 
 
Fai di Tutti in Piazza la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

Testata giornalistica senza finalità di lucro, realizzata su base esclusivamente volontaria e gratuita
e registrata presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) con num. 715 del 17/09/2008.
E-Mail: redazione@tuttiinpiazza.it


 
Credits: Puntocomunicazione