Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook
'Caccia al personaggio' di Graham Green
Un viaggio affascinante nella fantasia del grande scrittore inglese

Scrivere un diario significa prendere appunti contro l'oblio. Quando a farlo è uno scrittore, nulla  vieta che quelle righe possano tornare utili come una riserva di materia grezza dalla quale attingere.
I diari che compongono questa raccolta dal titolo”Caccia al personaggio. Quaderni d'Africa” sono scritti in due epoche diverse: il primo, il “Diario  congolese”, è del 1959, mentre il secondo, “Con un convoglio in Africa occidentale”, è del 1941.
Nei diciotto anni intercorsi tra l'uno e l'altro sono cambiate molte cose.
Nel 1941 Greene ha 37 anni, ha all'attivo numerosi romanzi ma non è ancora uno scrittore affermato. Inoltre c'è la guerra, con tutte le conseguenze che essa comporta: l'incertezza del futuro, la morte che aleggia come un rischio quotidiano, l'avversione verso il nemico che anima i soldati. Greene sta partendo per l'Africa (il diario si conclude nel momento in cui la sua nave attracca nella Sierra Leone), il suo scopo “un lavoro per il governo di natura piuttosto vaga”. Non ha intenzione di scrivere un romanzo che parli del viaggio che sta facendo, sta lavorando ad un saggio sui commediografi inglesi della Restaurazione e gli appunti che prende sono scritti più o meno inconsapevolmente: non sospetta che potranno tornargli utili in seguito, quando scriverà “Il nocciolo della questione”. Se l'avesse saputo, confessa nella prefazione, avrebbe preso più appunti. Invece ha dovuto, in quell'occasione, rassegnarsi alla dimenticanza: «Molti piccoli dettagli della vita a Freetown erano sprofondati per sempre nell'inconscio».

Quando, nel 1959, parte di nuovo alla volta dell'Africa ha già in mente di voler scrivere un romanzo ambientato in un  lebbrosario sul fiume Congo. Ma l'incipit di questo “Diario congolese” ci indica che, di quello che vuole raccontare, sa davvero poco.

«...Tutto quello che so della storia a cui sto pensando è che ad un certo punto “arriva” un uomo».

Da questo momento in poi inizia la “caccia al personaggio” che dà il titolo alla raccolta.
Stavolta Greene sa bene la ragione per la quale scrive quelle righe: il suo viaggio di documentazione lo condurrà alla pubblicazione, due anni più tardi, del romanzo “Il caso bruciato”.
Per questo annota descrizioni, dettagli, ritratti, ma ragiona anche sull'intreccio, ne spiega le ragioni, indica quali sono i suoi modelli, si preoccupa del punto di vista e della sua funzionalità: ci rende insomma compartecipi del processo creativo in atto.
I suoi personaggi non sono ancora delineati definitivamente, sono cantieri aperti ai quali aggiunge di volta in volta nuovi tasselli.
Il tutto senza disdegnare l'appunto sul fatterello quotidiano, nel quale indica, molto spesso, l'eccezionalità da sottolineare, o anche proprie riflessioni su quello che gli accade intorno, sulla vita d'Africa che da sempre lo affascina e lo colpisce.
Le note, aggiunte successivamente dall'autore, chiariscono i percorsi che faranno alcuni degli aneddoti narrati: quelli che troveranno spazio nelle opere, quelli che fungeranno da ispirazione ma che saranno modificati più o meno profondamente, quelli che invece non verranno mai ripresi.
Nonostante non siano stati pensati per la pubblicazione, i diari regalano a noi lettori un'esperienza del tutto singolare: mostrandoci, della realtà africana e del suo fascino magico, quello su cui si focalizza lo sguardo di Greene, ci introducono nel suo mondo creativo.

Stefano Crupi

03/03/2010
 
 
Tag Clouds :

Graham Green

,

Caccia al personaggio

 
   LIBRI
- 'LA MENZOGNA DEL CINEMA' DI TORNATORE  
- "L'UMILTÀ DEL MALE" DI FRANCO CASSANO  
- "MODERATISMO E RIVOLUZIONE" DI ANDREA MICOCCI  
- "LA LETTERATURA NAZISTA IN AMERICA" DI ROBERTO BOLANO  
- 'SENZA TACCHI' DI FRANCESCA LANCINI  
- 'TENGO FAMIGLIA- L’ITALIA DEI PARENTI' DI CARLO PUCA  
- "MISSION TO MARX" DI LUCA BOTTURA  
- 'IL MESTIERE DELL'ATTORE' DI NINNI BRUSCHETTA  
- "LA STORIA DELLA BRUTTEZZA" DI UMBERTO ECO  
- 'ECCIDI NAZISTI' DI GIOVANNI BORRELLI  
- "L'ECONOMIA GIUSTA" DI EDMONDO BERSELLI  
- "MOLTI MATRIMONI" DI SHERWOOD ANDERSON  
- 'LE VALCHIRIE' DI PAOLO COELHO  
- "IN VIAGGIO CON ERODOTO" DI RYSZARD KAPUSCINSKI  
- UN'ESTATE DI LIBRI: 'GESÙ, IL BUDDHA E LA LEGGE DELLA VITA' DI LAURA JOUAKIM  
- UN'ESTATE DI LIBRI: 'PIOGGIA DI GIUGNO' DI JABBOUR DOUAIHY  
- UN'ESTATE DI LIBRI: 'TARICONE. LA VITA CHE DESIDERI'  
- UN'ESTATE DI LIBRI: 'ACQUA IN BOCCA' DI CAMILLERI E LUCARELLI  
- 'LE MALE VITE' DI ALESSANDRO LEOGRANDE  
- 'RITORNO NEI PRATI DI AVIGLIANO' DI FILOMENA BARATTO  
- ‘BERTOLDO, UN VICHINGO A ROMA’ DI ILENIA MALAGUTI  
- 'TERRONI' DI PINO APRILE  
- 'GOODBYE PRODI' DI ALICE OXMAN  
- "EROI DI CARTA" DI ALESSANDRO DAL LAGO  
- 'GUERRIERO DELLA LUCE. VITA DI PAULO COELHO' DI MORAIS  
- 'IL GIOVANE STALIN' DI SIMON MONTEFIORE  
- 'IL RE DEL'ULTIMA SPIAGGIA' DI ALESSANDRO FABBRI  
- 'IL PARTO IN CASA - ISTRUZIONI PER L’USO' DI ELISABETTA MALVAGNA  
- "IL PALAZZO DELLA MEZZANOTTE" DI CARLOS RUIZ ZAFON  
- "IL ROMANZO E LA REALTÀ" DI ANGELO GUGLIELMI  
- 'IL GRANDE BISOGNO' DI ROSE GEORGE  
- 'QUESTO È IL PAESE CHE NON AMO' DI ANTONIO PASCALE  
- 'EUDEAMON' DI ERIKA MOAK  
- 'I FRATELLI MINORI' DI ENRICO PALANDRI  
- 'IL CASO DELL'INFEDELE KLARA' DI MICHAL VIEWEGH  
- 'SE NIENTE IMPORTA' DI SAFRAN FOER  
- 'FRAMMENTI D'INSIEME'DI ANNA DI NARDO  
- 'IL RICATTO' DI JOHN GRISHAM  
- 'CACCIA AL PERSONAGGIO' DI GRAHAM GREEN  
- 'IL CECCHINO E LA BAMBINA' DI FRANCO DI MARE  
- "SCIENZA E SENTIMENTO" DI ANTONIO PASCALE  
- 'LA VALLE DEL KAMASUTRA' DI TONINO GUERRA, A MARZO IN LIBRERIA  
- "L'ALTRO" DI RYSZARD KAPUSCINSKI  
- "CARILLON" DI DONATO CUTOLO  
- "A CIASCUNO IL SUO" DI LEONARDO SCIASCIA  
- "EMMAUS" DI ALESSANDRO BARICCO  
- "ENAKAPATA" DI VINCENZO E LUCA MORETTI  
- "ENAKAPATA", DI VINCENZO E LUCA MORETTI  
- "IL RESTO DI NIENTE" DI ENZO STRIANO  
- "DOMANI NELLA BATTAGLIA PENSA A ME" DI JAVIER MARIAS  
- "UN ANGELO IN PUNTA DI PIEDI" DI ELEONORA ABBAGNATO  
- "EFFETTI COLLATERALI" DI WOODY ALLEN  
- "LA CITTÀ DELLA GIOIA" DI DOMINIQUE LAPIERRE  
- "NOVECENTO" DI ALESSANDRO BARICCO  
- "TU, MIO" DI ERRI DE LUCA  
- “VERGOGNA” DI J.M. COETZEE  
- "ECONOMIA DELLA SAGGEZZA" DI FRANCESCO SICILIANO  
- "GUIDA ALLE MESSE" DI CAMILLO LANGONE  
- "SOTTO IL CULO DELLA RANA" DI TIBOR FISCHER  
- “LA SPARTIZIONE” DI PIERO CHIARA  
- “DINO CAMPANA. TENSIONI ESISTENZIALI E CONQUISTE D’ARTE” DI FRANCESCO MENSORIO  
- "TRISTE, SOLITARIO Y FINAL" DI OSVALDO SORIANO  
- IL LUNGO, IL CORTO E IL COMUNISTA GENTILE…  
- “LA CURVA DEL LATTE” DI NICO ORENGO  
- GALASSIA GUTENBERG FIERA DEI SUOI VENT’ANNI  
- “NOVE RACCONTI” DI J. D. SALINGER  
- “FALCONER” DI JOHN CHEEVER  
- “DEI MIEI SOSPIRI ESTREMI” DI LUIS BUNUEL  
- E’ IN LIBRERIA “SCHERZI DEL DESTINO”, OPERA PRIMA DEL GIORNALISTA GIUSEPPE MALLOZZI.  
- “THE METAPHYSICS OF CAPITALISM”, MARX ALLA RISCOSSA  
- “SPIDER” DI PATRICK MCGRATH  
- “TOKYO DECADENCE” DI RYU MURAKAMI  
- “LA TRILOGIA DI NEW YORK” DI PAUL AUSTER  
- “L’OCCHIO” DI VLADIMIR NABOKOV  
- “UNA COSA DIVERTENTE CHE NON FARÒ MAI PIÙ!” DI DAVID FOSTER WALLACE  
- LA VITA AGRA DI LUCIANO BIANCIARDI  
- “IL RESTO DI NIENTE” DI ENZO STRIANO  
- “IL CINEMA SECONDO HITCHCOCK” DI FRANCOIS TRUFFAUT  
- “LA POSSIBILITÀ DI UN’ISOLA” DI MICHEL HOUELLEBECQ  
- “SABATO” DI IAN MCEWAN  
 


 
 
 
Fai di Tutti in Piazza la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

Testata giornalistica senza finalità di lucro, realizzata su base esclusivamente volontaria e gratuita
e registrata presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) con num. 715 del 17/09/2008.
E-Mail: redazione@tuttiinpiazza.it


 
Credits: Puntocomunicazione